copertina
Muoia Sansone ma non i Dorotei – L’Italia degli irrottamabili

Muoia Sansone ma non i Dorotei – L’Italia degli irrottamabili

Dibattito \ Scritto da il \ Stampa il PDF

Berlusconi è al tramonto? Dopo lo strappo di Angelino Alfano è possibile un Pdl deberlusconizzato? E il Pd di Letta e Renzi saprà cogliere la svolta moderata nel centro destra italiano ? Nascerà la sezione italiana del Ppe in grado di raccogliere la lezione post-democristiana di De Gasperi e Sturzo? Sono alcune delle domande che alla luce della bruciante attualità politica innesca il libro di Giuliano Ramazzina ‘Muoia Sansone ma non i dorotei- l’Italia degli irrottamabili’ che sarà presentato e discusso

Lunedì 21 ottobre a Villa Nani Mocenigo di Dolo (Venezia). L’incontro, promosso dall’Associazione Democrazia Cristana (Adc) , avrà inizio alle ore 18.

Interverranno oltre all’autore: Gianni Fontana, presidente dell’Adc, Ettore Bonalberti, responsabile esteri e rapporti col Ppe dell’Adc, Stefano Valdegamberi, consigliere regionale veneto di Futuro Popolare , Renzo Mazzaro, giornalista e autore del libro ‘I Padroni del Veneto’ (Laterza). Coordinerà Roberto Papetti, direttore de ‘Il Gazzettino’.

Definito dal sindaco di Verona Flavio Tosi “un libro feroce”, ‘Muoia Sansone ma non i dorotei’ è un pamphlet che mescola storia e attualità, attraversando Prima e Seconda Repubblica nell’analisi anche cruda di un comportamento in politica, quello ideato dai dorotei, prima solo corrente della Democrazia Cristiana e poi, secondo l’autore, emblema e simbolo di un costume tutto italiano con effetti anche sul berlusconismo. “Un libro aureo” secondo Filippo Ceccarelli, prima firma di ” La Repubblica”.

Rif. sede incontro : Villa Nani Mocenigo di Dolo-Riviera martiri della libertà, 113 – 30031 – Dolo (VE) – tel: 041.5608139

La Discussione

Articoli Correlati