Foto FullFrame180
Sostegno al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

Sostegno al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

Associazione \ Scritto da il \ Stampa il PDF
“Anche noi avremmo preferito che in una fase così delicata del nostro Paese un Governo politico fosse messo in grado di prendere il volo. Ma c’è una cosa ancora più importante di un governo : la democrazia. Che non è un aut-aut; un “prendere o lasciare”; un “adesso o mai più”. Né una partita ad “asso pugliatutto” o, peggio un “mors tua vita mea”.
È cercare una risposta – la migliore possibile – non alla domanda “chi?”, ma alle domande “cosa?” e “come?”.
Domande alle quali un Presidente della Repubblica, deve cercare di dare una risposta equilibrata, sensata e saggia, che non rischi di mettere a repentaglio il ruolo del nostro Paese sullo scenario europeo e internazionale, né gli sforzi sin qui compiuti. Ci piaccia o no: euro e ”mercati” esistono e, fino a quando non verranno sostituiti con qualcos’altro, i conti li dobbiamo fare anche con loro.
Per questo desideriamo manifestare il nostro convinto e totale sostegno al Presidente Mattarella che ha compiuto ogni sforzo possibile per dare il miglior governo possibile al Paese. Nella sua scelta sofferta quanto costituzionalmente ineccepibile ci riconosciamo. Consapevoli, come siamo, che alcun governo non può non tenere conto del contesto europeo e di un sistema di vasi comunicanti – la globalizzazione – nel quale tutti dipendono da tutti e nessun Paese è un’isola. In questo quadro – complesso e fortemente interconnesso – ogni decisione dev’essere, dunque, ponderata con saggezza, equilibrio e lungimiranza, coniugando le esigenze interne con il quadro europeo e internazionale. Questo non per un fatto di dipendenza o sudditanza, ma per dare alle istanze interne la possibilità di realizzarsi. Allo stesso tempo, stigmatizziamo i comportamenti di soggetti politici le cui minacce ci riportano ad una stagione lontana nella quale la stragrande maggioranza degli italiani, da molto, molto tempo non si riconosce più.

Gianni Fontana

La Discussione

Articoli Correlati