REGOLAMENTO CONGRESSUALE

Associazione \ Scritto da il \ Stampa il PDF

Art. 1  Il Congresso nazionale della Democrazia Cristiana si svolgerà a Roma il 29 settembre 2018, come previsto dalla delibera votata dall’assemblea dei soci in data !6 giugno 2018. Gli adempimenti e le modalità organizzative saranno comunicate ai delegati e pubblicate sul sito del Partito.

Art. 2  Sono elettori ed eleggibili nelle assemblee provinciali, i soci iscritti alla Democrazia Cristiana nel ’92- ’93 e che sono  ricompresi nell’elenco allegato al provvedimento autorizzativo del giudice Romano e integrati con la delibera assembleare del 26 febbraio 2017-

Art. 3  Il Segretario politico è eletto dal Congresso a scrutinio segreto e a maggioranza dei voti. I Consiglieri nazionali sono eletti dal Congresso nazionale con voto segreto su liste rigide, concorrenti e con riparto proporzionale dei seggi. I Delegati regionali al Congresso nazionale sono eletti in apposita assemblea dai delegati provinciali con votazione nominativa a scrutinio segreto e con voto limitato ad una preferenza. Saranno eletti i delegati che riporteranno più voti. I Delegati provinciali al pre-Congresso regionale sonno eletti con voto nominativo diretto e segreto ed è ammassa una sola preferenza. È ammessa, tra i soci e i delegati dello stesso ambito territoriale, una sola delega.

Art. 4  La rappresentanza a livello provinciale è fissata in un delegato ogni cinque iscritti o frazione uguale o superiore a tre. A livello regionale la rappresentanza è fissata in un delegato ogni tre o frazione uguale o superiore a due. È comunque garantito un delegato per ogni provincia e regione con almeno un iscritto. A parità di voti verrà eletto il più anziano di età. Nei casi di partecipazione alle assemblee inferiore al cinquanta per cento. La rappresentanza sarà calcolata sul numero effettivo dei votanti. Nei verbali delle assemblee dovrà essere elencata nominativamente la partecipazione dei soci e dei delegati con l’annotazione degli estremi del documento di identità.

Art. 5  Il Presidente Nazionale nominerà cinque coordinatori a livello interregionale, riferiti alle circoscrizioni elettorali per il Parlamento europeo. Questi predisporranno un programma di assemblee degli iscritti per le assemblee provinciali e regionali che garantiscano la elezione dei delegati provinciali e regionali in preparazione del Congresso nazionale. Ogni coordinatore, personalmente o tramite un suo delegato, garantirà tutti gli adempimenti previsti per lo svolgimento dei congressi provinciali e regionali nelle circoscrizioni di pertinenza.

Art. 6  Il Presidente nazionale nominerà un comitato di coordinamento nazionale che curerà e vigilerà sugli adempimenti preparatori del Congresso nazionale.

La Discussione

Articoli Correlati