m de gasoeri
LA SEMPLICITÀ DEI GRANDI: ALCIDE DE GASPERI – 5 Maggio 2015, Roma

LA SEMPLICITÀ DEI GRANDI: ALCIDE DE GASPERI – 5 Maggio 2015, Roma

Associazione \ Scritto da il \ Stampa il PDF

Si è svolto martedì 5 maggio 2015, presso il Convento di San Sisto, Roma, il convegno “Sulle orme di chi ha servito: Alcide De Gasperi”con relatrice: Maria Romana De Gasperi.

 Questo è il primo di una serie di incontri che si inseriscono nel tema “Sulle orme di chi ha servito”, così apre il convegno Gianni Fontana, Presidente della Federazione “Solidarietà Popolare”. Nel porgere il saluto alla signora De Gasperi, precisa che il programma è costituito da una serie di incontri finalizzati a proporre al mondo cattolico e a tutti i cittadini italiani la luminosa testimonianza di grandi personalità che hanno servito l’Italia con competenza, generosità,  scevri da dalla ricerca di ogni personale vantaggio: degli autentici giganti ancora in grado di vivificare il cammino di quanti oggi decidono di mettersi alla prova”.

Di Alcide De Gasperi, non si può che avere ammirazione, per la statura politica, la fibra morale, la profonda umanità: uno statista che ha interpretato la politica con coerenza, purezza di cuore, una vocazione ispirata dai grandi valori dell’umanesimo sociale cristiano”. Riflettere su De Gasperi come su altri straordinari protagonisti del movimento cattolico in politica consentirà, anche noi, che siamo nani, di salire sulle spalle di questi giganti – come esortava Bernardo di Chartres. E così potremo godere del privilegio di nutrire la nostra mente, volontà, il nostro cuore, con la purezza dei loro pensieri, la costanza della loro fede, l’esemplarità della loro testimonianza.

Maria Romana De Gasperi descrive il quadro di un padre tenero, che parlava con le proprie figlie, le istruiva ed educava con amore e dedizione, “trovava il tempo sempre”. “Tante furono le difficoltà con cui dovette confrontarsi, di ogni genere: con gli avversari e, talora, in maniera in maniera più insidiosa con gli amici di partito. Mi è rimasta impressa una risposta a chi un giorno gli chiese come potesse tener testa a tante difficoltà: “Cosa vuoi, è il Signore”.

“La politica – afferma la Signora De Gasperi – è la più nobile delle attività; cosa c’è di più nobile se non porsi al servizio degli altri, con umiltà e verità? La ragione vera e prima che ha alimentato l’attività politica di mio padre è l’amore che provava per la sua gente, i suoi contadini del Trentino,  andava incontro ai bisogni di ognuno con gratuità. Non amava nei suoi discorsi cercare l’aggettivo più appropriato o concludere con il ‘finale in crescendo’. Era guidato da una forza interiore eccezionale che gli consentiva di andare alla ricerca di frasi ad effetto dove le parole e la costruzione della frase rischiano di appannare lo spirito di verità che lo guidava.

Non faceva mai distinzioni di classi, ceti sociali, per lui tutti erano uguali e portatori di qualcosa di prezioso. Ricordo, conclude la Signora Maria Romana, come in quei tempi durante la campagna elettorale, nelle piazze si usasse porre delle domande: lui con pazienza e diligenza l’ho sempre visto rispondere con puntigliosa chiarezza sempre ad ogni quesito. Anche per questo nelle piazze non fu mai contestato: i cittadini di ogni colore lo sentivano come un autentico padre della Patria. Il suo sogno più grande – insieme agli amici Schuman e Adenauer – fu l’unità politica dell’Europea”.

Un incontro che ha emozionato, per dolcezza espositiva e contenutistica, numerosi i partecipanti e gli interventi che si sono succeduti.

A conclusione è stato annunciato che il prossimo incontro del programma “Sulle orme di chi ha servito”, dedicato a don Luigi Sturzo, avrà luogo il 19 maggio alle ore 17:00 presso il convento di s. Sisto, P.le Numa Pompilio, 8, Roma. Con l’occasione sarà presentato il libro, di Giovanni Palladino, fresco di stampa, Governare bene sarà possibile. Come passare dal populismo al popolarismo, con la presenza di Gaspare Sturzo, Leonardo Becchetti e Marco Tarquinio.

 

 

La Discussione

Articoli Correlati