Camera dei Deputati - Seduta inaugurale XVII legislatura
Caso Berlusconi: quando si tratta di persone Il voto segreto resta un valore

Caso Berlusconi: quando si tratta di persone Il voto segreto resta un valore

Politica \ Scritto da il \ Stampa il PDF

Non partecipiamo all’euforia di quanti nel Pd e nel M5s hanno accolto la decisione di ieri alla commissione del senato, di procedere con voto palese sul caso Berlusconi.

Rispettosi delle sentenze della magistratura, siamo altrettanto fedeli difensori di una norma iscritta nel Dna del parlamentarismo: la rappresentanza del popolo “senza vincolo di mandato” che la Costituzione riconosce ai parlamentari é ulteriormente garantita dal voto segreto nelle decisioni che essi sono chiamati ad assumere su questione relative alle persone.

Spiace che il Pd, luogo di confluenza di antiche  tradizioni  politiche non insensibili a questa norma, si sia lasciato trascinare sulla strada di una sorta di movimentismo giustizialista che non fa onore a quelle culture, e che segna una pagina sbagliata della storia parlamentare italiana, che  l’Adc non condivide.

La Discussione

Articoli Correlati